Il mio viaggio da Blogspot a WordPress

Twitter. Novembre 2016. Tra un tweet e l’altro, tre blogger -e una coscienza- si confrontano su Blogspot e WordPress.

 

Prima blogger: “Ma tu che plugin usi?”

La Mia Coscienza: “Claudia! Ti hanno chiesto che plugin usi! Cavolo rispondi ora?”

Io: “Ehm, che roba sarebbe? E’ materiale radioattivo?”

Seconda Blogger: “No, su Blogspot non ci sono i plugin”

Prima Blogger: “Ah ecco!”

La Mia Coscienza: “Che culo Claudia, salvata in contropiede, muaahahahah!”

Io: «Dopo facciamo i conti» “No, io non so nemmeno cosa siano i plugin”

Seconda Blogger: “Sono delle funzioni. Su WordPress c’è un plugin praticamente per tutto”

Io: «Anvédi!» “In effetti dovrei proprio passare a WordPress. Ma la cosa mi preoccupa di brutto, non saprei da dove iniziare”

Seconda Blogger: “Stasera ti mando un mini tutorial per email!”

Con questo innocuo dialogo cinguettante, è iniziata la mia avventura su WordPress lo scorso novembre. Un’avventura che da principio ha portato risvolti drammatici nella mia vita, sia chiaro. Ma dopo un anno ed un mese di Voce del Verbo Partire, nato e cresciuto su Blogspot, era davvero venuto il momento di fare il grande salto.

Anzi, il momento sarebbe dovuto arrivare molto prima, non dopo 174 articoli che mi hanno portata alla pazzia per la revisione! Ma io che sono sempre sul pezzo -quello sbagliato ovviamente- volevo provare l’adrenalina del reboot in ogni sua forma. Come perché? Per avere poi questo post da scrivere, mi sembra logico.

Sapete la verità? Passare tecnicamente da Blogspot a WordPress richiede uno sforzo minimo, soprattutto quando hai il tutorial con assistenza 24 ore, da parte di “Seconda Blogger”.

Inizi caricando la Postapay per acquistare un dominio e l’hosting WordPress. Io ho optato per Aruba, su cui vengono proposti convenientissimi pacchetti completi.

Scegli il nome del sito ed il prodotto adatto a te (nel mio caso Dominio+Hosting WP), fai il backup del tuo lavoro su Blogspot e, una volta attivato il servizio, importi tutto sul nuovo portale.

E’ dopo che iniziano i problemi:

  1. capire e fare pace con WordPress, con cui si instaura un immediato amore come tra nuora e suocera;
  2. trovare ed usare le varie funzionalità, senza cadere nella tentazione di tatuarsi in fronte #maiunagioia;
  3. evitare di chiedere ad Aruba di riprendersi tutto il pacchetto, compreso un set di pentole per scusarsi dell’errore;
  4. resistere a notti insonni, ore passate davanti al pc e litigi col marito, convinto che tu abbia una relazione segreta con il tecnico di Aruba.

Da qui in avanti le cose diventano una passeggiata di salute.

La verità, lettori cari, quella che va oltre l’ironia, è che cambiare portale con una mole così notevole di articoli è un lavoro sporco. La verità è che per i primi tre giorni e mezzo ho pianto, mi sono disperata, ho pensato di mollare tutto e ritornare a Blogspot.

La verità è solo una: che se in quel momento non avessi potuto contare sul continuo e sorprendente sostegno di altri blogger, io non ce l’avrei fatta. Non sarei andata oltre le prime 24 ore. E guardate che dico sul serio: avevo già contattato Aruba per rescindere il contratto!

Ecco il perché di questo mio post, per svelarvi un segreto e per urlare il mio profondissimo grazie. Il segreto è che dietro ad uno schermo, dietro a dieci dita che battono su una tastiera, ci sono anche persone piene di cuore pronte a dare un sostegno laddove serve.

Un blogger non è solo una figura mitica che scrive nel e del proprio mondo: il blogger è un essere umano, che presenta quella realtà attraverso uno spazio web. Ma è fatto di carne (cellulite), ossa (cigolanti) e sentimenti (d’amore verso Sam Heughan… ah no, quella sono io). E’ una persona che sa esserci per chi ha bisogno.

Il mio grazie va a voi che siete stati la mia forza, tramite tweet, messaggi, email: sappiate che senza di voi io oggi sarei ferma a Blogspot, senza un dominio personalizzato…ed avrei un colorito molto più roseo e florido, ma facciamo finta che vada bene così!

Grazie per i consigli, per avermi riportata sulla retta via, per le spiegazioni, per aver condiviso con me le vostre conoscenze; grazie anche per il semplice commento o messaggio di incoraggiamento! Grazie perché io non me lo sarei mai aspettata…difficilmente mi aspetto qualcosa dalle persone. Eppure voi, incredibile community di blogger, eravate lì.

Senza conoscermi se non attraverso i miei post, senza sapere nulla di me se non dalle mie ironiche descrizioni, voi eravate lì. In particolare mi inchino a:

 

Lucrezia e Stefano del blog In World’s Shoes
Tiziana del blog La Valigia in Viaggio
Laura del blog Sano Bio e Gluten Free
Elisa di Elisa e Dintorni blog
Lucilla del blog La cicala sull’Amaca
Deianira Feneri 
Agnese del blog I’ll B right back

 

E poi Lei, la “Seconda Blogger”. Mi sembra di vederti, seduta a leggere mentre pensi: “Ma questa fa davvero? Due ore che scrive e manco mi nomina?”. Certo che ti nomino! Ti ho lasciata per ultima solo perché, come in una sfilata, il pezzo forte arriva alla fine, chiedi a Valentino! Nella foto seguente, che volendo è disponibile in versione poster con autografo graffiato, la vedete in tutta la sua morbidezza:

Daniela del blog L’Orsa nel Carro

Se non fosse stato per te, oggi col cavolo che mi divertirei ad elargire virgolette a casaccio!

Ora lasciamo veramente da parte l’ironia, perché vorrei spiegare una cosa. Questo articolo fa parte di un viaggio virtuale tra blogger, che a gennaio hanno deciso di portare i lettori alla scoperta del loro mondo, ispirandosi al tema: “Un viaggio alla scoperta di…”.

Ho deciso di partecipare a questo progetto di condivisione, per far conoscere il mio viaggio alla scoperta dell’umanità che si cela dietro ad una tastiera e allo schermo di un computer. Perché, se è vero che siamo come un miliardo di pesci costretti in una piscina olimpionica, non necessariamente tra noi si nascondono squali pronti a sbranare gli altri.

Grazie per avermi resa parte di una community a cui sono orgogliosa di appartenere.

Claudia B.

Gli altri articoli del #2 viaggio virtuale tra le blogger sono:
#1 Un viaggio alla scoperta dei luoghi più strani e curiosi che ho incontrato durante i miei viaggi fino ad oggi
#2 Il mio viaggio virtuale intorno al mondo per scegliere la prossima meta da visitare
#3 Il racconto del mio viaggio di capodanno nel meraviglioso Oman
#4 Scoprire cose nuove di me stessa grazie alla maternità
#5 Il quinto lo avete appena letto 
#6 Alla scoperta della natura e dei sapori della Val Pusteria
#7 Un viaggio alla scoperta dei sapori di Provenza e Costa Azzurra
#8 Gli occhi sono lo specchio dell’anima: un viaggio alla scoperta della connessione tra uomini e animali
#9 Ti porto alla scoperta della disciplina, utile per mantenere le proprie promesse di inizio anno
#10 Questo è l’anno in cui lo dedicherò a me stessa: l’anno in cui farò un viaggio alla scoperta di… Me stessa!
#11 L’inverno incantato esiste e lo puoi trovare a Lubjana. Un viaggio tra sentimento e romanticismo nella capitale slovena
#12 Un viaggio tra le regole del sonno sicuro dei nostri bimbi per evitare il rischio di SIDS
#13 Un viaggio alla scoperta di posti nuovi (per me): le mie fonti di ispirazione

24 Commenti

  1. No vabbè. Dopo tanto ridere mi sono commossa. E’ vero, è bello far parte di una community pronta a soccorrere senza nemmeno chiedere troppo. Anche io devo ringraziare te, per le parole di consolazione quando ne ho bisogno, per i consigli altrettanto preziosi che hai da darmi, per esserci. Un’oretta fa, su twitter, pensavo se mai ci si possa concedere un viaggetto tutte insieme, quante risate in più ci faremmo. Lo spero tanto. Ma poi, quella foto dell’Orsa in costumino? Uuuu, che ridere.
    Comunque un bellissimo post, scritto col cuore e che sarà di tanto sostegno a chi avrà da fare ancora lo stesso trasloco. Ciao Claudia.

    1. Io ci penso sempre Tiziana, e mi chiedo se ce la faremo mai a conoscerci, tutte insieme in un viaggetto: sarebbe uno spasso!
      Anche perché secondo me non siamo molto diverse dal modo in cui scriviamo 😂
      Io voglio credere che un giorno realizzeremo il progetto! Ma a quel punto povero albergatore, chiunque sarà…
      Sono contenta se il mio post ti ha fatta anche commuovere, perché il grazie e il piacere di far parte di questa community, sono profondi e reali 💕
      Penso che, nel nostro piccolo, appoggiarci con consigli o condivisione della propria esperienza, sia importantissimo. D’accordo non saremo delle guru, ma quello che capita a noi può anche confortare gli altri!
      Hai visto la foto di Orsa, che stile??? Guarda che sta facendo i controlli, per vedere se tutti abbiamo la gigantografia in cameretta: appendi il poster😂
      Grazie ancora Tiziana, un bacione😘
      Claudia B.

  2. Aaaaaahhh ma che bella Claudia!! Ma davvero hai nominato anche me in questa cosa? Mi sembra di non aver fatto niente di utile per te, a parte farti ridere per essermi auto-definita cogliona 🙂 Se in qualche modo sono riuscita ad allietarti questo periodo complicato (che magari ti potranno dire: “ma davvero tutte ‘ste storie per un blog?” E invece noi ti capiamo bene…), allora sono davvero felicissima! Non ci conosciamo dal vivo, ma si è creata una bellissima connessione e io sono molto contenta, credo tu lo sappia. È questa la cosa più bella che il blog ha regalato a me e a tutti noi!! Grazie davvero 🙂
    P.S: Sono abbastanza sicura tu ti riferissi a me quando parlavi di persone in carne, ossa e cellulite 🙂

    1. Ma no Agnese!!!!! Ahahahah, era tutta la mia quella cellulite lì 😂! Oddio….se è per questo pure le ossa cigolanti 😉
      Se la metà delle persone che ci dicono “tutte quelle storie x un blog”, avesse un’idea di quanto lavoro -non retribuito- c’è dietro, farebbero cinque giorni di silenzio… Forse anche per questo riusciamo a fare un bel fronte comune, di condivisione e connessione 🙂
      Credimi Agnese il grazie è meritatissimo, sei tu che mi hai portata sulla giusta strada delle featured images! Poi ho dovuto scegliere altro, ma almeno ora so come fare le variazioni!
      È bellissimo essere qui ed esserci tutti insieme, poi con tutti voi si è davvero creato un rapporto speciale ed io ne sono super contenta 😁!
      Ti mando un bacione,
      Claudia B.

  3. Mi sono emozionata dove scrivi che dietro dieci dita che battono su una tastiera ci sono delle persone…
    Verissimo!
    E ci ritroviamo tutte ad affrontare gli stessi problemi, abbiamo gli stessi dubbi e affrontiamo le stesse crisi per scadenze e promesse fatte…
    Questo è il mondo del blogging.
    Sono molto contenta di averti “conosciuta” Claudia e spero che un giorno ci si possa conoscere dal vero. ❤

    1. È anche il mio grande desiderio Elisa, penso spesso a quanto vorrei incontrarvi tutti “live”💖!
      Intanto è già un piacere il bellissimo confronto “umano” che c’è tra tutti noi, che ci fa in parte uscire dal mondo virtuale. Mai dire mai: io sono convinta che prima o poi tutto può succedere, ci credo e ci spero con tutta me stessa 😊
      Un bacione,
      Claudia B.

    1. Anzi inizi persino a pensare di non essere messa poi così male! Cioè, io sono davvero incapace con la tecnologia, ma quando in tanti ti dicono di avere gli stessi problemi…ti senti rincuorata!
      Poi l’aiuto che ti arriva all’improvviso e senza nessun ritorno, è qualcosa di unico…
      Grazie per il commento, a presto
      Claudia B.

  4. Che ridere Claudia !!!
    Mi sono ritrovata in ogni singolo passaggio della tua disperazione. A Dicembre abbiamo fatto il grande salto anche noi e concordo con te quando dici che c’è un abisso tra blogspot e worpress, però se non avessi avuto un grande aiuto (mio marito nel mio caso) non ne sarei mai e poi mai venuta a capo. Mi trovi d’accordo anche sul ringraziamento agli altri blogger, che sono, in generale, una preziosissima risorsa 😉

    1. Ora rido anche io, ma all’inizio non mi sono molto divertita, sembrava un film di Dario Argento, ahahahahah! Ma alla luce di come sono andate le cose, lo rifarei mille volte! Diciamo che il nostro panico iniziale è stato ripagato no? L’unico rimprovero è che avrei dovuto farlo molto prima.
      Hai proprio ragione quando dici che i blogger sono una fonte preziosa di sapere, ma la cosa incredibile è la disponibilità con cui hanno il piacere di condividere questo sapere 🙂
      Grazie per essere passata!
      Claudia B.

  5. Io sono già su wp ma .com e entro questo mese, a meno di un anno dall’apertura del mio blog, vorrei passare al .org
    Grazie per le dritte…e per le risate! Vedo che i timori e le difficoltà sono comuni a tutte
    Almeno so che posso chiedere aiuto anche a te 😜

    1. Assolutamente si Diana! Guarda, siamo tutti sulla stessa barca, le difficoltà sono comuni e continue. Ma la cosa bella è poter comunque contare sugli altri. Ognuno potrà dare un aiuto in base alle proprie conoscenze, in un a sorta di condivisione che servirà sempre come crescita 😉
      Per me quello che è iniziato come un incubo, è diventato un momento di che non dimenticherò mai. Un viaggio attraverso l’umanità!
      Per quel poco che so, sono qui con grande piacere!
      A presto,
      Claudia B.

  6. Che bell’articolo Cla ^_^
    E quanto è vero…siamo un popolo sempre in crescita, un po sminuito ma sempre in crescita 🙂 Ora per me ci sarà l’avventura di You Tube!!! HO già preparato gli estintori perchè prevedo fuoco e fiamme.
    Grazie di tutto e buon proseguimento di “viaggio” 😀

    1. Grazie Laura, era un pensiero che “covavo” da tempo, che desideravo far conoscere da quando ho intrapreso la nuova avventura con WP. L’idea di inserirlo in questo contest mi è sembrata la più giusta. In fondo siamo tutte blogger, siamo tutte parte di un mondo virtuale, ma assolutamente umane. E far sapere che questa umanità buca lo schermo è un cosa a cui tenevo molto.
      Sappiamo bene come spesso le persone in carne ed ossa, che dovrebbero aiutarci, fanno ben poco in questo senso; sarebbe bello iniziare a dare un riconoscimento di umanità al mondo virtuale che, invece sa esserci pur non conoscendoti davvero…
      Laura grazie per essere passata, ti mando un bacione!
      Claudia B.

  7. *_* Sam Heughan anche tu?! Se lo avessi saputo prima sarei venuta a farti assistenza a domicilio!
    Il passaggio a hosting privato secondo me è un passo fondamentale per dare un minimo di “professionalità” al proprio blog, prima la pensavo diversamente: Blogspot per me era ILBLOG propriamente detto un diario personale che purtroppo oggi si è evoluto in qualcosa di più “PRO”. A parte quest’aspetto (che non occorre per forza inseguire) wordpress regala infinite funzionalità e personalizzazioni che Blogspot non concede, inoltre è più facile rimanere in contatto fra noi/commentare/seguire/ricevere notifiche/mipiacciare ecc. Così a suo tempo mi sono convinta anche io…ahhh l’avessi fatto prima! E con NUORA-SUOCERA hai centrato esattamente il tipo di rapporto che tuttora ho anch’io con WP hahaha!
    Sono contenta che anche tu abbia fatto amicizia con WP! Caspita però era NOVEMBRE…è già passato tutto sto tempo?
    Comunque non la conoscevo questa iniziativa “Un viaggio alla scoperta di…” è lodevole il fatto che invece di parlare dei luoghi strafighi che hai visitato tu abbia deciso di scrivere un post su di noi. Anche io sono orgogliosa di far parte di questa bella community che a pelle (pelliccia) considero vera e genuina, nonostante non ci conoscessimo Live.
    Condividere significa proprio questo: condividere informazioni, consigli, aiutare chi è in difficoltà ecc: io sono tra quelli che pensano che al mondo ci sia un orticello per tutti. Tenere le cose per sè NON E’ FIGO!!! (bella sta frase mi ci faccio una maglietta)
    Ma soprattutto Claudia sono orgogliosa di essere la Guest Star di questo tuo articolo! E adesso non costringetemi a passare a casa di ciascuno di voi a controllare che abbiate il mio poster in cameretta eh! 😉
    Credo di parlare a nome di tutti, se dovessi avere ancora bisogno siamo qui! 😉
    Buona domenica!
    W il piatto di pasta! Scusa, è il picco dei carboidrati hahahahaa!

    1. Ti concedo il picco di carboidrati se mi concedi Sam quattro giorni su tre…Eh-eh-eh, ci stai? Faccio partire l’ordine su Subito? Lo hai scritto te che “Tenere le cose per sé NON E’ FIGO!!!” Io ormai ti considero mia guru e ti cito traendone il meglio (leggi: quattro giorni con Sam Heaughan).
      I poster li sto già distribuendo, ho avuto un picco di richieste. Io ad esempio l’ho messo al posto della TV. Sta bene sai? Il colore del pelo si abbina al mobile del soggiorno…
      Ti dirò Daniela che volevo scrivere questo post praticamente da quando ho smesso di piangere (a novembre), ma il mio blog mi stava assorbendo tanto di quel tempo che non riuscivo più nemmeno a dormire. Passati i viaggi fatti durante le festività, mi si è presentata l’occasione di partecipare a questo contest, e ho saputo subito di cosa avrei voluto scrivere: di tutti voi.
      Infatti ho corso per pubblicare i post dedicati agli ultimi viaggi, per dedicarmi a questo. Mi sembrava il modo giusto per far arrivare a più persone possibile il mio grazie e per far conoscere quanta umanità può esserci dietro ad uno schermo!
      Guarda, non mi avresti potuta indirizzarmi meglio nella mia scelta e ti mando davvero un grazie speciale. Anche io ero innamorata di Blogspot, è stata la mia casa virtuale per oltre un anno, ma con WP è un’altra cosa. Averlo fatto prima!!!
      Ovviamente è molto probabile che dovrò disturbarti ancora, accogliendo al volo la parte finale del tuo commento: sia mai che vi dimenticate di me, ahahahahah!
      Un baco grande,
      Claudia B.

  8. Pensa che io, a distanza di un anno dall’apertura del mio blog, continuo ogni tanto a rivolgermi all’incirca alle stesse persone che hanno aiutato anche te per chiedere il loro aiuto a risolvere cose che a me sembrano troppo complicate 😉 Ti capisco benissimo quando parli del senso di frustrazione che si prova, ma poi scopri che ci sono persone che seppur virtualmente, ti sono vicine come degli amici in carne ed ossa, e questo è bellissimo.
    Comunque è molto carina questa iniziativa, ora leggo anche gli altri post 🙂

    1. Ahahahahah, Silvia vedo che siamo in tanti ad avere piccole difficoltà! Questa cosa mi rincuora, almeno non sono sola nelle mie mancanze tecnologiche 😉 Poi non si finisce ma di imparare, per cui questa condivisione la trovo bella anche in un’ottica di crescita!
      Voglio dire che per me è stata un’emozione scoprire un’umanità così profonda. Quando dici che tante persone -virtualmente- ti sono più vicine degli amici in carne ed ossa, traduci esattamente il mio pensiero. Anche perché da quando ho aperto il blog, tra gli amici qui accanto (escludendo Laura che mi ha aiutata sin dall’inizio), non ho avuto appoggio. Per contro l’aiuto mi è sempre arrivato via web! E io non lo avrei mai, mai, mai immaginato!
      Sono felice ti piaccia questo progetto, io l’ho trovato molto interessante e adatto per inserire il mio “grazie” e farlo girare!
      Silvia ti mando un bacione!
      Claudia B.

    1. Per me è stato lo stesso, e davvero non avrei mai immaginato una cosa del genere! Mai!
      È stata non solo una sorpresa, ma anche una consapevolezza che mi ha aiutata a non mollare.
      Il mio grazie è di cuore 💞! Far parte di questo bel gruppo è sempre di più un grande onore 🙌!
      Un bacio grande,
      Claudia B.

  9. è bello trovare il sostegno di chi condivide le tue stesse passioni! Brava che non hai mollato, ti capisco, anche io a volte ho pensato che fosse troppo difficile, ma alla fine basta crederci, e chiedere aiuto quando serve! c’è sempre qualcuno che ne sa più di te (nel mio caso sull’argomento blog, TUTTI!AHAHAH!) o qualcuno che ci è già passato! 😉

    1. Ahahahah, anche nel mio caso, io sono una vera schiappa a volte è persino imbarazzante 😹!
      Non mollare non è stato facile, se non avessi avuto quel “muro di persone” alle spalle non avrei proseguito. Dando prova di vera debolezza, eh!, ma è stato uno dei momenti più neri per il mio blog. Per fortuna non ero sola, perché mi sarei pentita di non averci davvero provato 🙂
      Ti mando un bacio,
      Claudia B.

    1. Io dopo aver provato entrambe, posso dire che c’è un baratro. Amavo Blogspot, devo dire che alla fine avevo tirato fuori anche un sito che mi piaceva molto, però WordPress è un mondo a parte.
      Comunque è giusto che ognuno scelga di restare o andare, in fondo il bello dei blog è anche questo!
      In ogni caso, se non fosse stato per l’aiuto di altri blogger non avrei portato avanti il passaggio. All’inizio è una montagna da scalare 😊
      Grazie per essere passata!
      Claudia B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *