Airbnb??? AirbnBO? ArbnbSIII !!!

Airbnb

Nei miei racconti di viaggio non ho mai particolarmente approfondito la spinosa questione delle prenotazioni.

Rileggendo alcune mie pubblicazioni, mi sono resa conto che ho sempre bypassato tutto ciò che concerne le strutture in cui abbiamo soggiornato o i Tour Operator cui ci siamo rivolti, nel corso degli anni.

Ora, pur non volendo tediarvi con tutta la sequela di nominativi, partendo dalla notte dei tempi, ho riflettuto molto sull’ultimo anno e sul portale al quale mi sono maggiormente affidata. Mi riferisco ad Airbnb, noto sito per l’affitto di case, appartamenti, stanze private o condivise.
Tutto è nato in maniera improvvisa perché, ammetto la mia ignoranza, IO NON CONOSCEVO AIRBNB! Si, cari, per quanto possa sembrare incredibile, spesso anche io posso non conoscere alcune cose… Poi, partecipando ad alcune discussioni su Forum di viaggi e pagine Facebook, mi sono imbattuta in persone che si confrontavano proprio su questo argomento, destando la mia curiosità.
Più che destato direi che il l’interesse è proprio”risuscitato”, con colpo di fulmine finale, dato che, dopo aver fatto alcune ricerche online, per leggere recensioni su Airbnb, essermi iscritta al sito, aver contattato alcuni host, mi sono praticamente ritrovata con una prenotazione confermata su Tenerife! Colpo di fulmine che si è riproposto circa due mesi dopo il primo, quando la prenotazione si è allargata a La Gomera. 
Avete presente il detto “non c’è due senza tre”? E’ un detto fin troppo vero, dato che dopo il primo colpo di fulmine…dopo il secondo colpo di fulmine…indovinate un pò? Mi sono ritrovata anche con una terza prenotazione, questa volta per Graz! A voler essere pignoli, posso dire che, nel momento in cui vi sto scrivendo, sono già pronta con un’ulteriore quarta prenotazione per i tre giorni di Pasqua. Insomma dire che fra me ed Airbnb è stato amore vero, è un eufemismo!
Ma come funziona “AirbnBo”

Semplice e basilare. Ci si iscrive al sito, possibilmente usufruendo dello Sconto Prima Iscrizione (non fate il mio stesso errore che, non sapendo di questa ghiotta possibilità, ho poi dovuto porre rimedio utilizzando il profilo di Daniele). Alla fine condividerò il voucher.
Si scelgono la meta, le date, il numero di persone, il tipo di sistemazione; si può stabilire il prezzo oltre cui non andare.

Ci si muove sulla mappa interattiva per valutare le strutture filtrate dal sito con i parametri da voi inseriti.

Si leggono le recensioni dei precedenti ospiti dopodiché, una volta trovate la o le strutture che vi interessano, contattate gli host con l’apposito modulo. 
Tutto passa attraverso Airbnb, comunicazioni, pagamenti, controlli: il che è positivo, in quanto non verrete lasciati a voi stessi in caso di problemi. Certo, per questo servizio di intermediazione si paga una percentuale che varia in base al prezzo della prenotazione… ma, devo dire, si tratta sempre di quote abbordabili che, comunque, garantiscono la sicurezza dell’intervento di Airbnb in caso qualcosa non andasse bene.
Perché, siamo sinceri, come in ogni situazione della vita, anche qui potrebbe non funzionare qualcosa. Voglio dire: a noi è successo di avere problemi in viaggi pagati migliaia di euro, con Tour Operator assolutamente affidabili e dal nome solido! L’imprevisto si può verificare ovunque!
Poi, sta alla serietà di chi vi offre il servizio, risarcirvi o correre ai ripari, in caso di evidente problema. A questo proposito, ho letto diverse recensioni di utenti Airbnb: noi per ora, per fortuna (e spero per sempre!), non abbiamo riscontrato nessun disservizio da parte dei nostri host ma, chi invece si è trovato in difficoltà, è anche stato “soccorso” dal sempre pronto Servizio Clienti Airbnb. Ovviamente, per quanto io ho avuto modo di leggere! Mi astengo dal commentare ciò che non ho trovato nero su bianco…

 

Come interviene Airbnb in caso di bisogno

Semplice come non mai: voi contattate, prenotate e pagate tutto tramite il sito. Potete pagare anche con Postapay e, l’intero importo, lo versate all’atto della prenotazione ma..e qui sta seconda me la genialata, Airbnb pagherà l’host solo 24 ore dopo il vostro check-in.

Questo significa che, se arrivando nel vostro appartamentino, stanza o casa, scoprite che questa non esiste, che è fatiscente, che le foto pubblicate non sono veritiere… che il vostro host è pazzo (scherzo dai, però con la natura umana che è quel è, bisogna pensare a tutto), potete prontamente contattare il Servizio Clienti sempre attivo, con un numero che, udite-udite, è un normalissimo numero con prefisso di Roma, lo 06-99366533, non il classico, noioso, oneroso 199…899…, e sarà Airbnb stesso ad intervenire. I vostri soldi, ricordate?, non sono ancora stati versati!
Lo stesso vale se, in seguito al soggiorno, si verificano problemi relativi a presunti o effettivi danni in appartamento: a parte che ogni host dichiara fin da subito una propria personale politica al riguardo, anche per quanto concerne il deposito cauzionale, per cui leggete bene tutto ciò che riporta il manuale della casa. Ma, qualunque sia la questione da risolvere, Airbnb interverrà sempre come moderatore tra le parti. Quindi non sarete lasciati a voi stessi.
Per ogni dubbio, domanda, curiosità, vi invito a contattare il Servizio Clienti anche tramite pagina Facebook: risponderanno appena possibile ed in maniera davvero esaustiva. Io credo di averli disturbati per qualunque quesito e, devo rendergli atto, loro sono sempre stati cortesemente completi nell’aiutarmi.
Pensate che, ad ottobre, mentre stavo valutando la prenotazione (poi effettivamente eseguita) su Graz, ho scritto loro per sapere come comportarmi dato che, l’appartamento che mi interessava aveva poche recensioni, pur presentando un prezzo accattivante. Poche recensioni non significano necessariamente scarsa struttura, al contrario! Magari l’host è solo nuovo nel portale e deve ancora farsi una clientela. 
Era il caso della mia gentilissima host di Graz che, come poi hanno dimostrato i fatti, ci ha accolti senza sorprese nel suo delizioso appartamentino, alle condizioni elencate, lasciando ogni cosa a nostra disposizione, persino una bottiglia di vino bianco in frigo, come drink di benvenuto: era semplicemente in Airbnb da poco tempo!

 

AirbnbSI

Tutto ciò mi porta alle considerazioni finali della mia esperienza con Airbnb ossia: okay, ragazzi, scriviamole però queste recensioni, altrimenti i viaggiatori che verranno dopo di noi come potranno sapere a cosa vanno incontro??? 
Allo stesso modo in cui noi clienti recensiamo gli host, voglio farvi notare che, dal canto loro, gli host recensiscono noi.

Ebbene si, cari lettori. Anche noi, nel nostro profilo sul sito, ci creeremo una sorta di bacheca delle verifiche, che non saranno definite solo da numero di telefono, profili social o, in alcuni casi, documenti. Queste conferme, o meno, saranno date nei nostri confronti in base al nostro comportamento come ospiti e, naturalmente, in base alle condizioni in cui avremo lasciato la struttura.
Perché, in fondo, se è vero che noi possiamo essere preoccupati dall’idea di soggiornare “in casa di sconosciuti”, allo stesso modo ricordiamoci che, per l’host, anche noi siamo sconosciuti cui loro aprono le porte di casa!
E voi, cari lettori, avete mai soggiornato con Airbnb? Come è stata la vostra esperienza? Se volete lasciarmi il vostro parere, sarei davvero felice di confrontarmi con voi, di sapere cosa ne pensate. 
Per chi, invece, volesse provare ad accedere al sito, per rendersi conto personalmente del tipo di strutture, dei prezzi, delle recensioni, contattando direttamente il Servizio Clienti per avere informazioni più dettagliate, lascio di seguito il link, che permette di usufruire dello sconto prima prenotazione! Non fate i grulli come me…

Claudia B.

 

Questo è lo sconto Airbnb valido, utilizzabile per la prima iscrizione\prenotazione: basta un clic per usufruirne!
AIRBNB SCONTO PRIMA ISCRIZIONE\PRENOTAZIONE

4 Commenti

  1. AirBnb lo conosco da tempo e la mia reazione è stata fin da subito positiva. Pressi accettabili, host gentili e non pazzi(almeno finora eheheh)quindi si, lo consiglio spesso anche io.
    Ho notato solo una differenza tra Italia ed estero che per me è molto importante: la pulizia.
    In Italia ho avuto sempre delle ottimi impressioni.

    1. FORTUNATAMENTE l’host pazzo non è ancora capitato nemmeno a noi…e spero di non doverlo mai sperimentare 😉
      Sulla pulizia sfondi una porta aperta: io sono una maniaca e, devo dire, i due appartamenti in cui abbiamo alloggiato in Italia erano davvero perfetti…anche per i miei standard!
      Anche la nostra host a La Gomera, però, ci ha presentato un appartamento preciso nella pulizia; agli altri due ho dato un nove ma perchè sono pignola all’inverosimile.
      Spero di continuare ad essere fortunata e mantenete alta la media!!!
      Claudia B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *