Come funziona Booking: tutto quello che c’è da sapere

Come funziona BooKING.
Cari lettori, oggi vi parlo di Booking. Recentemente ho scritto un articolo sulla nostra personale esperienza con  il portale Airbnb (qui il post) che, come penso si sia capito, noi adoriamo; ma, al di fuori di questo sito, le prenotazioni di Voce del Verbo Partire proseguono anche altrove!
In genere faccio ricerche su due o tre portali contemporaneamente, scegliendo poi l’offerta migliore. Sono onesta e voglio dire che, questo migliore, nell’ultimo anno, l’ho perlopiù trovato proprio con Airbnb.
Ma, nel momento in cui abbiamo “abbandonato” (lo so suona male, ma non saprei come definirlo diversamente) i viaggi organizzati, per buttarci sull’auto-programmazione, il sito cui mi sono affidata e al quale, comunque, continuo ad affidarmi volentieri, è stato ed è Booking.
Non c’è nulla da dire, a me Booking piace e tanto: interfaccia semplice, offerte sempre aggiornate, possibilità di selezionare servizi e fascia di prezzo che fa al caso proprio. Massima trasparenza e serietà. Insomma, dal 2014 in poi, Booking è stato un mio fedele alleato nelle prenotazioni di alberghi, appartamenti e agriturismi!
 ∞♦∞
Come si paga con Booking? E’ sicuro?
Una delle cose che apprezzo maggiormente di Booking, è la possibilità di pagare tutto all’arrivo. Spesso non c’è assolutamente bisogno di una carta di credito per la conferma e, nella maggior parte dei casi, basta anche solo inserire il numero della propria PostaPay, come garanzia. 
Certe strutture permettono addirittura di scegliere tra il pagamento immediato, senza possibilità di cancellazione, proponendo prezzi più vantaggiosi, oppure fasce di prezzo superiori, per eventuale rinuncia prima della partenza.
Così, il viaggiatore, è libero di selezionare ciò che fa al caso proprio, anche in base alla tipologia di viaggio e, cosa non da poco, al tipo di soggiorno. Per esempio, lo scorso anno, per l’ultima notte a Tenerife, avendo bisogno di un hotel nella capitale dell’isola, con Booking ho potuto selezionare la tariffa più vantaggiosa, anticipando il pagamento, ma precludendomi il rimborso in caso di annullamento.
Poco male, trattandosi di soli 50 euro, soprattutto considerando che, alla fine, abbiamo effettivamente soggiornato come da programma!
Magari, di fronte a prenotazioni lunghe, di una settimana o dieci giorni, meglio riservarsi la facoltà di recuperare la quota, anche se questo significa pagare qualcosina di più. Cosa che, voglio comunque sottolineare, non si verifica sempre! Spesso la cancellazione gratuita è inclusa a prescindere!
Per cui, sia che paghiate al momento del check-in, sia che vi venga richiesto il versamento anticipato, cui potete provvedere con PostaPay, evitando così di esporre direttamente la Carta di Credito legata al conto personale, direi che con Booking non si riscontra nessun tipo di problema.
Ovviamente, per quella che è la mia personale esperienza finora! Come già detto in precedenza, non posso commentare o scrivere a proposito di problematiche di cui non ho letto, scritte nere su bianco, o che non ho, fortunatamente, provato in prima persona.
 ∞♦∞
Come funziona Booking: e se per qualche motivo, volessi cancellare?
Fallo, nessuno ti chiederà un certificato medico! Non sei a scuola, perciò non serve giustificazione! Occhio solo a leggere sempre i Termini di Cancellazione, con tutte le clausole legate a quella specifica struttura. Perché su questo Booking è assolutamente chiaro.
L’opzione cancellazione gratuita, fino a pochissimi giorni prima della partenza, è una garanzia non da poco, nei casi in cui, fino alla fine, subentrino impegni lavorativi o inconvenienti
Oppure, semplicemente, come è successo anche a me, questa soluzione ti permette di cambiare idea se, nel frattempo, trovi strutture più convenienti. Insomma, direi che Booking lascia davvero ampia scelta all’utente.
 ∞♦∞
Come funziona Booking: mi fido delle recensioni?
Certo! Il fatto di consentire la stesura di recensioni solo a coloro i quali hanno effettivamente soggiornato, è un’ulteriore garanzia: di certo sarà impossibile che, il primo Signor Nessuno, passi dal portale inserendo opinioni false.
Per cui, se il vostro dubbio è: “prenoto o non prenoto?”, prima di tutto leggete i giudizi dei clienti, opinioni, voti, pensieri. Controllate attentamente le clausole ed i termini di cancellazione, le metodologie di pagamento e via!, prenotate senza ulteriori indugi. Al massimo, se proprio cambiate idea, farete in tempo a tornare sui vostri passi.
Ovviamente, ritagliatevi del tempo per rendere il favore: al ritorno dal viaggio, scrivete una recensione sulla struttura in cui avete soggiornato!
 ∞♦∞
Come funziona Booking: e se mi vengono proposte strane “manovre”?

Non sto parlando di manovre a livello medico, ovviamente ma, come in ogni situazione, anche chi inserisce il proprio hotel, agriturismo, casa vacanza, resort, guest house (e chi più ne ha, più ne metta), potrebbe voler proporre qualche trucchetto o giochino, per evitare di pagare la propria commissione a Booking.
Ora, con tutto il rispetto di questo mondo, a noi che usufruiamo del servizio, tutte queste scorrettezze non devono assolutamente interessare.

D’accordo essere amici, simpatici, gentili ed accondiscendenti…ma, la vostra prenotazione, include il pagamento di “soldi buoni”, sudati, onesti quindi, ogni trattativa, deve passare attraverso Booking ed essere regolare. Per cui rifiutatevi cortesemente di accettare false cancellazioni o mancati soggiorni non veritieri
A noi, personalmente, non è mai capitato nulla del genere; ma, su una pagina Facebook, ho letto qualcosa a tal proposito. La persona che chiedeva delucidazioni su questo argomento, non ha menzionato la struttura o il proprietario/a, da cui è pervenuta la richiesta poco ortodossa: tutti quanti, però, abbiamo consigliato di non accettare e avvertire tempestivamente il Servizio Clienti di Booking (qui il link diretto).

 ∞♦∞
Conclusioni su BooKING!

Non a caso lo scrivo in questo modo: per me è davvero il Re! E’ il portale che mi ha “accolta” con tante proposte vantaggiose, quando ho smesso di rivolgermi ai Tour Operator; è un sito serio e affidabile, con una scelta quasi illimitata, recensioni veritiere, sicurezza nei pagamenti.

E’ la soluzione quando, trovando un’offerta mesi prima della partenza, desiderate prenotare, pur non avendo ancora la certezza effettiva di poter partire; è il sito che vi permette di cambiare idea senza penali (entro i limiti riportati nel “contratto”), grazie ai termini di cancellazione gratuita. 
Insomma, Booking è stato per me il Re, quando ho iniziato ad auto gestire i miei viaggi. Un incontro piacevole e fortuito, che mi ha permesso di permetterci (perdonare il gioco di parole) un viaggio alle Azzorre che, altrimenti, non avremmo potuto fare.

Da lì in poi, stabilita anche la serietà del sito, è nato un bellissimo rapporto di fiducia che, spero, possa durare a lungo. Ovvio che, come utente, sta anche a me avvisare chi di dovere nel caso in cui si verificassero problematiche. Nel bene non solo mio, ma di tutti i viaggiatori che verranno dopo di me.

Claudia B.

4 Commenti

  1. Riguarda anche i siti ufficiali degli hotel: non possono pubblicare i prezzi più bassi rispetto a quelli che sono sul sito di Booking… potrebbero farti la quotazione più bassa per mail, ma non possono pubblicarla. E va reclamato subito: se a distanza di un mese le prenotazioni vanno male e hotel decide di abbassare i prezzi, non puoi più reclamare per avere il rimborso.
    Branko e Nicoletta

    1. Quindi questa situazione, rientra nella mia casistica dei furbetti!
      Non ne ero al corrente e vi ringrazio nuovamente per i vostri commenti che mi hanno permesso di scoprire una nuova cosa su Booking. Anzi, la prossima volta che mi capiterá, lo segnaleró al servizio clienti (tra l’altro ottimo).
      Ragazzi grazie per il vostro intervento…spero di risentirvi presto!
      Claudia B.

  2. Ottimo articolo Claudia. Ci sarebbe da aggiungere semmai che prenotando con Booking è anche molto probabile che si stia pagando il prezzo più basso in assoluto: Booking obbliga le strutture di non pubblicare da nessun'altra parte un prezzo più basso. Dovesse capitare, rimborsano la differenza. Un'altro dettaglio PRO Booking 😉

    1. Sono davvero felice di questo messaggio…perché non conoscevo la clausola rimborso! Grazie per avermela segnalata.
      La questione prezzo massimo, riguarda solo gli altri portali di prenotazione? Perchè, spesso, guardando sui siti ufficiali degli hotel, trovo prezzi leggermente piú bassi ma, ovviamente, senza la possibilità di cancellazione!
      Ecco perché, alla fine, preferisco sempre Booking!
      Claudia B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *