Mercatini di Natale a San Marino: incanto e meraviglia

Viviamo a due passi dalla più antica Repubblica del mondo, uno stato che misura poco più di 61 kmq, nonché una delle nazioni del Consiglio d’Europa ad avere il minor numero di abitanti: sto parlando, ovviamente, della Repubblica di San Marino.
La nascita della repubblica, risale al lontanissimo 3 settembre 301, data che ogni anno viene ancora festeggiata, quando lo scalpellino Marino, fondatore di una piccola comunità cristiana sul Monte Titano, morì lasciando liberi i suoi uomini, sia dall’Imperatore che dal Papa. 
San Marino non è solo storia, ma anche arte e cultura, come testimonia l’inserimento del Monte Titano fra i siti “Patrimonio dell’Umanità” da parte dell’Unesco.
In questo periodo, però, San Marino è soprattutto Natale!!! Potevo stare qui a farvi la tiritera sulla più antica Repubblica del mondo, senza allietarvi con questa notizia? Eh, direi di no, altrimenti sarei una ben scarsa Fatina del Natale. 
“Il Natale delle meraviglie”, ci illumina ogni anno con splendidi allestimenti lungo il centro storico di San Marino e, in occasione dell’Immacolata, non vogliamo di certo perdere questo evento.

A ragion del vero, devo dire che Daniele-Grinch, parcheggia a 2,5 km da una delle porte d’ingresso della città, sperando di togliermi dalle labbra il sorriso e anche “All I want for Xmas is you” di Mariah Carey; ma io sono molto zen, durante l’Avvento, e non saranno certo 2,5 km in salita…più un altro km di visita…più altri 2,5 km per tornare indietro…ecco dicevo, non saranno questi due passetti miseri, a cavarmi la gioia natalizia, che si propaga nel mio cuore di Fatina del Natale. Beh, magari dopo il primo km e mezzo, potrei aver smesso di cantare…

Ma si sa, le cose conquistate a fatica sono le migliori (quando?) e, a migliorare la nostra passeggiata, è il tramonto incantevole sulla Valmarecchia: da quassù si può spaziare con lo sguardo fino alla Rocca di San Leo, fino al Monte Cippo di Carpegna, per non parlare di tutta la panoramica sulla Riviera Adriatica e la mia cara Rimini.
Il centro storico di San Marino ci accoglie ricco di belle installazioni luminose e di bancarelle del mercatino natalizio. Non solo. Dato che il karma è quello che è…ci accoglie anche con “All I want for Xmas is you”, di Mariah Carey, che ci allieta almeno un paio di volte, per l’immensa gioia della sottoscritta e la disperazione del marito veramente verde il quale, finalmente, dovrebbe aver capito che non si sfida e non si provoca una Fatina del Natale, nel suo elemento.

Ci sono tante persone oggi, complice la bella giornata e la festività in corso, in molti hanno avuto la nostra stessa idea: “Ma si, andiamo a fare una passeggiata a San Marino, a vedere i mercatini!”. Quindi dobbiamo farci largo con cautela e calma tra la folla.

Riusciamo comunque a ritagliarci il nostro spazio, fermandoci ad ammirare le belle installazioni luminose, come i giochi di luce alla fontana, oppure le figure Disney gigantesche, i pacchi regalo o la slitta di Babbo Natale.

Sono bellissime e molto scenografiche. Anche perché, tutto si può dire, ma non che la stessa San Marino non sia già di per sè una cornice affascinante.

Il mercatino è piccolo ma carino, ci sono oggetti artigianali davvero belli e non solo legati al Natale, così chiunque può visitarlo con piacere.

Noi siamo attirati soprattutto dai vicoli lontani dal caos della manifestazione: immersi nella tenue luce della sera, sembrano davvero l’eco del passato grandioso della Repubblica.

Ci fermiamo alla Cava del Balestrieri, dove è stata allestita la scuola di arrampicata sulla parete di roccia ma, in realtà, ciò che colpisce la mia attenzione è un allegro gruppo di persone che, in un angolo, balla a coppie “All I want for Xmas is you”!!!

No, giuro che non ho fatto una richiesta speciale per torturare Daniele-Grinch, sta succedendo tutto in maniera naturale. E poi, dai, chi non ama questa splendida canzone di Mariah Carey (domanda retorica che non prevede risposta…)?

Riprendiamo a passeggiare lungo i viali pieni di negozi addobbati a festa, passiamo dalla Basilica del Santo e scendiamo verso il Palazzo Pubblico, affacciato su un’ampia e bellissima terrazza panoramica: ci fermiamo ad ascoltare un gruppo musicale, che si esibisce proprio al centro della piazza dove, oltre ai ristorantini e alle fioche luci pubbliche, spiccano dei pacchi regalo giganti, composti da migliaia di lucine.

C’e’ aria di festa e fin troppo profumo di crepes al cioccolato (che bontà!) ma, prima di concederci anche noi una gustosa pausa, proseguiamo fino alla pista di pattinaggio e allo scivolo di ghiaccio, davanti cui è stato ricavato uno spazio coperto, dove Babbo Natale parla in video conferenza ai bambini.

Io lo avrei preferito dal vivo, dato che desideravo davvero fare una foto col mio “baffone” preferito, ma la tecnologia pare aver colpito anche lui. L’albero di Natale gigante e le decorazioni, però, sono davvero belle.

Nonostante il freddo riprendiamo la nostra passeggiata nelle luci della sera, attraversando vicoli pittoreschi e scoprendo altre bancarelle del mercatino. Il fatto di allestirle in punti diversi, dà l’occasione di visitare il centro, seguendo un filo conduttore squisitamente natalizio
Il profumo di cioccolata e vin brulè, di crepes e di croccante, però, non può essere più ignorato, così ci addentriamo fra le viuzze nascoste, in cui sappiamo esserci un localino caratteristico, incassato nella roccia, dove adoriamo fermarci quando veniamo a San Marino.

Anche qui troviamo tante persone ma, per nostra fortuna, resta libero proprio un angolino delizioso, con tavolo e seggioline in legno, vicino alla finestra addobbata, che si affaccia sul piccolo slargo all’esterno. La solita fortuna del raggio laser verde…quando Daniele-Grinch colpisce, riesce a far liberare i posti migliori!

Un cappuccino caldo e una cioccolata fumante, ci permettono di riacquistare un certo calore corporeo e di approfittarne per chiacchierare un pò, senza ghiacciarci la gola.

Quando usciamo, sappiamo per certo che ci aspetta una lunga scarpinata, nell’aria gelida della sera, verso l’auto abbandonata a 2,5 km da qui.

Poco male, la camminata ci tiene abbastanza caldi, le risate anche ma, soprattutto, a sortire ottimi effetti, è “All I want for Xmas is you” della dolce Mariah, che esce dalle casse di non so quale stereo. 
Giusto come monito al karma verde dei Grinch: sappiate che non potrete mai togliere dalle labbra di una vera Fatina del Natale, questa canzone, vi conviene rassegnarvi. Anche perché, se ci provate, la melodia vi colpirà raggiungendovi da qualsiasi fonte audio disponibile attorno a voi: tv, stereo, filodiffusione, navicella spaziale, tombini… 

…parola di Claudia-Fatina del Natale ed orecchie di Daniele-Grinch!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *