Viaggio alle Maldive: cosa fare in una settimana

VIAGGIO ALLE MALDIVE IN AGOSTO: COSA FARE

Di Maldive abbiamo parlato in diverse occasioni. È un argomento che ci sta particolarmente a cuore, perché si tratta di una meta troppo spesso considerata in modo superficiale. Un viaggio alle Maldive può assumere svariate connotazioni, tutto dipende dal tipo di esperienza che si intende fare e cosa ci si aspetta. Oggi vogliamo suggerirvi cosa fare alle Maldive durante un soggiorno su un’isola di pescatori, cosa vedere e cosa significa fare viaggi etici alle Maldive.

In particolare, ci piacerebbe far capire che una vacanza alle Maldive, non è necessariamente la vacanza all inclusive ed extra lusso. Ma, più ampiamente, può rappresentare un momento di contatto con la cultura locale e con le persone. Senza rinunciare a snorkeling, spiagge da sogno e uscite in dhoni. Anzi: grazie a questo nuovo modo di viaggiare, si sostiene il lavoro dei maldiviani e i prezzi di una vacanza alle Maldive non sono più proibitivi. Scegliendo guest house ed eco resort, il turista avrà sempre un’accoglienza di prim’ordine e attività con cui scoprire la destinazione. Semplicemente farà tutto in maniera consapevole, con un occhio di riguardo per l’ambiente e le persone!

In questo articolo vi suggeriamo cosa fare e vedere alle Maldive in otto giorni. Escursioni e momenti di scoperta da inserire in qualunque itinerario, anche in pieno Agosto. Dallo snorkeling con le mante, allo sbarco su un’isola deserta o su una lingua di sabbia, fino alla visita approfondita di un’isola di pescatori e ad un tipico tea time, con tanto di finger food maldiviano, ecco quali attività non perdere alle Maldive!

∞♦∞

Cosa fare alle Maldive in Agosto.

Tra le cose da fare durante un viaggio alle Maldive in Agosto, c’è lo snorkelig con le mante nella Baia di Hanifaru. Ogni anno, infatti, nel periodo che va da Maggio ad Ottobre, nell’Atollo di Baa è possibile nuotare a stretto contatto con le aggraziate mante. Se è vero che lo snorkeling alle Maldive è sempre un’esperienza che accarezza l’anima, immergersi nell’Oceano Indiano con le mante è emozione pura. Il caldo tocco dell’oceano, il modo in cui queste dolcissime creature si avvicinano all’uomo con fiducia, è da pelle d’oca. Si perdono il senso del tempo e dello spazio, i confini smettono di esistere e il mare diventa un luogo di incontro tra uomo e natura.

DOVE FARE SNORKELING CON LE MANTE IN VIAGGIO ALLE MALDIVE

∞♦∞

Cosa fare alle Maldive quando piove.

Il clima alle Maldive, soprattutto in pieno Agosto, può spesso essere un problema. Come abbiamo già avuto modo di spiegare, la nostra scelta di fare un viaggio in Agosto alle Maldive è dipesa dalla necessità. Per noi non c’era alternativa: o quello o nulla! Nel periodo dei monsoni ci siamo ritrovati a fare i conti con piogge incessanti, tanto da dover trovare attività alternative al mare. In questo ci ha aiutato il soggiorno su un’isola di pescatori, perché visitare il villaggio di Dharavandhoo e partecipare a tipici tea time, sono state indimenticabili attività insolite da fare alle Maldive.

Ci siamo avvicinati alla cultura musulmana, ad usi e costumi dei maldiviani. Abbiamo conosciuto famiglie e bambini, visitando anche la moschea, la scuola e persino la discarica. Il problema dell’ecologia alle Maldive, infatti, ha raggiunto livelli di guardia altissimo. Non a caso è preferibile riportare in Italia rifiuti come la plastica, per smaltirli qui con la raccolta differenziata.

Visitare un’isola di pescatori durante un viaggio alle Maldive, è una di quelle attività che ci sentiamo di consigliare. Indipendentemente da dove soggiornerete. Perché vi regalerà uno spaccato di quotidianità sorprendente. Inoltre potrete vedere con i vostri occhi come si svolge la vita in un villaggio e, aggiungendo una sosta per un tea time maldiviano, l’avventura sarà completa. Una tradizione che, alle Maldive, resta ferma dai tempi della dominazione britannica! Sorbire tè caldo o succhi di frutta fresca, accompagnati da finger food, con vista sull’oceano è incredibilmente affascinante.

COSA FARE IN VIAGGIO ALLE MALDIVE QUANDO PIOVE

∞♦∞

Viaggio alle Maldive per tutti: attività ed escursioni.

Le uscite con i dhoni, le tipiche barche maldiviane, sono sempre piacevoli. La velocità limitata, permette di godere appieno i panorami mozzafiato sull’Oceano Indiano. Tinte e sfumature paiono una tavolozza da fiaba, di quelle che forse solo la fantasia di Walt Disney ha potuto partorire. Eppure, nella realtà, esistono alle Maldive! Durante le uscite in dhoni alle Maldive, sono quasi sempre incluse soste per lo snorkeling. Vi possiamo garantire che uno snorkeling ricco ed emozionante come alle Maldive, capita di rado nella vita. Non siamo arrivati a questi livelli nemmeno in Thailandia o alle Seychelles! Chi non nuota può restare in barca a prendere il sole, oppure immergersi con il giubbotto, aiutato dall’equipaggio.

QUALI ESCURSIONI FARE DURANTE UN VIAGGIO ALLE MALDIVE

Durante il nostro viaggio di otto giorni alle Maldive, abbiamo approfittato di queste escursioni in dhoni per approdare sull’idilliaca isola deserta di Veyofushi Finolhu e prendere il sole su una lingua di sabbia. Attimi di incredibile introspezione, dove il contatto con la natura, la sua forza e i suoi colori, diventano il centro del tuo mondo. Il rincorrersi delle tempeste a largo, il cielo in costante divenire, la sabbia soffice e il colore sbalorditivo del mare, come unici compagni di viaggio. Lontano dal caos e dalla fretta, dalla tecnologia e dalla gente, abbiamo percepito noi stessi con disarmante intensità. Forse per la prima volta.

∞♦∞

Fare un viaggio consapevole alle Maldive.

Se fino a qualche anno fa non era scontato scegliere di fare viaggi alle Maldive di stampo etico, oggi l’offerta è sempre più ampia e i turisti sempre più attenti. La Maldive non si possono più considerare solo una vacanza da luna di miele, ma un mondo da scoprire grazie al contatto con la popolazione. Esistono Tour Operator come Conscious Journeys, che propongono viaggi consapevoli in Asia, su diverse destinazioni tra cui le Maldive. Viaggiare con consapevolezza, significa prima di tutto coinvolgere il turista in un contatto diretto con la popolazione locale. Per scoprire tradizioni e usanze, il tutto nel massimo rispetto dell’ambiente.

Un viaggio alle Maldive con Conscious Journeys o, in maniera più ampia, in Asia, è un percorso che permette di ritrovarsi grazie al contatto con le popolazioni locali. Un cammino interiore che trasforma il turista in ospite. Viaggiare in modo consapevole è una crescita personale, ma anche una crescita per i local. Perché, prima di tutto, si cerca sempre di favorire il loro lavoro diretto, la tutela dell’ambiente e del patrimonio culturale. Senza nulla togliere a ciò che ogni viaggiatore si aspetta, con attività dedicate e momenti di totale relax.

Chi sceglie di approcciarsi ad un viaggio consapevole, alle Maldive o in Asia, è alla ricerca di un’esperienza con cui adattarsi alla cultura locale e all’ambiente. Si tratta di un viaggio ricco di umanità e di accrescimento. Basato sulla mancanza di pregiudizi, sull’apertura verso le tradizioni e la religione della terra che ci ospita. Non a caso, i viaggi di Conscious Journeys, puntano alla salvaguardia delle diversità culturali e biologiche.

FARE UN VIAGGIO ETICO ALLE MALDIVE

Se ci pensate, un mondo omologato, sarebbe un mondo privo di colore: che senso avrebbe, allora, esplorare qualcosa di sempre identico? Promuovere e valorizzare la diversità e l’individualità degli esseri umani, ricecare la connessione tra le persone al di là delle differenze, è il vero senso del viaggio! Quello che ci spinge ad aver fame di un mondo che, per fortuna, è ancora ricco di sfumature a cui attingere.

Claudia B. (Sponsored)