Blogger Recognition Award: sediamoci attorno al falò che distribuisco saggezza

NELL’ESERCIZIO DELLE MIE FUNZIONI

Se qualcuno ancora non lo sapesse: io amo i tag! Li adoro! Visto che non riuscirò mai ad esaudire il sogno di andare a “Pechino Express” e ricevere una nomination ufficiale, mi crogiolo nell’orgoglio di venir nominata dai miei colleghi blogger! E considerando il livello di competizione che c’è in questo settore, posso garantirvi che è un grande onore. Perché essere nominati per il “Blogger Recognition Award”, non è assolutamente la fine dei giochi, ma il riconoscimento della partecipazione e del grande impegno che c’è dietro ad un blog!

Italiaterapia“, “La Valigia di Cassandra“, “Il mondo secondo Gipsy“, “Ricordi in Valigia“: grazie care colleghe, per aver pensato a me, al mio lavoro e al mio blog. Lo apprezzo molto e, se portate una buona dose di alcool, una chitarra ed il sacco a pelo, vi invito attorno ad un falò virtuale, per rispondere allegramente a questo tag 😉.

Per voi che state leggendo, invece, e vi chi chiedete quale strana malattia tropicale sia il “Blogger Recognition Award”, vi dico già di rilassarvi: nulla che richieda vaccini. È un riconoscimento con cui un blogger, segnala colleghi blogger che stima, segue e vuol far conoscere anche ad altri.

Come tutti i tag, anche questo ha delle regole da seguire:

  • ringraziare il/la blogger da cui si è ricevuta la nomination e inserire il suo blog;
  • scrivere un post per mostrare il proprio riconoscimento;
  • raccontare la nascita del proprio blog;
  • dare consigli ai nuovi blogger;
  • nominare altri 15 blogger ai quali si vuole passare il segno di riconoscimento;
  • commentare sul blog di chi vi ha nominato e fornirgli il link al proprio articolo (anche sulla pagina FB).

Piccola nota, prima di accendere il falò: ringrazio per le foto Caterina Cellai e Alessandro Chizzini. Per questo post ho approfittato dei loro scatti, che mi rappresentano nell’esercizio delle mie funzioni, al di là del pc….

MOMENTI DA BLOGTOUR

∞♦∞

Blogger Recognition Award: tutti attorno al fuoco, che vi racconto come è nato Voce del Verbo Partire!

Era una notte buia e tempestosa, un freddo venerdì d’autunno, quando venne alla luce Voce del Verbo Partire. Ehi, ehi, inutile che mi osservate con quello sguardo supponente: vi garantisco che è la verità! Anzi, dato che quando prendo delle decisioni, ci tengo a dimostrare al mondo tutta la mia convinzione, diciamo pure che il blog è nato nella notte tra venerdì 16 e sabato 17 ottobre 2015. Già allora, avrei dovuto capire che mi stavo inguaiando. E che il mio lavoro sul blog si sarebbe svolto in orari da incubo.

Perché ho deciso di aprire il blog, anzi, come ho sempre detto, di regalarmi un blog? Perché volevo scrivere e, soprattutto, volevo scrivere di viaggi! Desideravo raccontare e condividere le nostre esperienze in giro per il mondo, con un occhio di riguardo per l’Italia e per la mia splendida terra di Romagna.

“MA TU SEI TRAVEL BLOGGER?”…… “YESSA!”

Morivo dalla voglia di poter riversare le emozioni in un blog tutto mio, far viaggiare le persone attraverso i miei occhi e le mie parole. Sognavo di poter aiutare altri viaggiatori come me, ad organizzare itinerari e soggiorni.

Per una volta, sognavo di raccontarmi e raccontare la mia passione più grande, senza dover riassumere in un “bellissimo davvero”, i momenti che attendevo e pianificavo con un amore infinito. Vivevo luoghi ed istanti bellissimi che, attorno a me, nessuno aveva voglia di ascoltare. Ero stanca dell’infinito “bellissimo davvero”. Ero stanca di nascondere le sensazioni che i viaggi suscitavano in me, perché gli sguardi di sufficienza delle persone, mi facevano sentire sbagliata.

Beh, sapete che c’è: da quando è nato Voce del Verbo Partire, ho imparato che quella sbagliata non sono io. E, vista la crescita notevole del blog, posso affermare che nessuno snobba più i miei racconti, né le mie emozioni.

ATTIMI DA DIVA

∞♦∞

Blogger Recognition Award: alimentiamo il fuoco, prepariamo l’alcool e i marshmallows, che elargisco perle di saggezza.

Ora dovrei dare qualche consiglio alle persone che si approcciano al mondo del blogging, giusto? Direi di passare direttamente al gioco della bottiglia e lasciar correre l’argomento…

Va bene torno seria. Cosa consiglio a chi pensa di aprire un blog? Di non ascoltare consigli! Evitate i post che promettono di rivelarvi come sfondare in questo settore. Evitate libri rivelazione, corsi rivelazione, titoli altisonanti. Se c’è una cosa che ho imparato in quasi due anni di blogging, è che gli influencer non vi diranno mai come avere successo, non vi diranno mai quale può essere la chiave d’accesso al mondo dei blogger professionisti. La sola cosa reale, sensata, che ho letto e che io stessa confermo è: lavorate sodo.

TOGLIETEMI TUTTO, MA NON LA MIA REFLEX

Scrivete il vostro blog con sincerità emotiva. Nessuno da un blog cerca la Lonely Planet. Chi legge un blog vuole un’esperienza di viaggio vera, con un’anima. Con quelle emozioni umane che gli permetteranno di scegliere una meta…perché è narrata con la consapevolezza e l’amore, di chi l’ha vissuta e voluta con tutto se stesso.

Scrivete il vostro blog con sincerità delle esperienze. Non improvvisate, non inventate, non ipotizzate. I lettori si accorgono immediatamente se, ciò che mettete nero su bianco, non proviene da qualcosa di davvero vissuto. E si stancano. E scelgono altro. Anche quando arriveranno le prime collaborazioni, non forzate la mano. Siate sempre totalmente voi stessi, solo così continuerete a crescere.

DIVERTIRSI, PRIMA DI TUTTO

Non fate l’errore che ho fatto inizialmente io, ossia non chiudetevi nel vostro mondo fatto di scrittura, perché da soli non si va da nessuna parte. Scrivete con costanza, date contenuti solidi e sensoriali…ma apritevi e fate rete con i vostri colleghi blogger sin da subito! In molti di loro troverete validi collaboratori, amici e sostenitori, non necessariamente rivali.

Infine, cosa fondamentale, divertitevi sempre. Il blog deve essere il momento in cui rivivete totalmente la vostra passione, la sentite viva e forte in voi, mentre la raccontate agli altri. Emozionatevi, approcciatevi alla scrittura con la voglia tangibile di battere le dita su quella tastiera, per buttare fuori tutto ciò che avete da dire.

Ecco, a quel punto sarete pronti per tener conto anche del SEO, senza cui Google diventa il nostro peggior nemico, non un alleato.

ORDINARIO MOMENTO IN BLOGTOUR

∞♦∞

Blogger Recognition Award: e ora fuori i sacchi a pelo, che tocca a me fare le nomination, poi si va tutti a dormire.

Premetto che la mia lista sarebbe lunghissima ma, molti dei blogger che seguo e leggo abitualmente sono già stati nominati. Perché, per quanto gli influencer reputino quasi una “poracciata” il fatto che i blogger leggano gli uni i post degli altri, magari lasciando pure dei commenti…voglio dire che un blogger, prima di essere tale, è un utente che fa ricerche online, per ispirarsi, sognare e scoprire. Perciò chiamo a raccolta i seguenti blog:

Colleghi e colleghe blogger: andate e riproducet… e condividete col mondo la vostra sapienza!

Claudia B.

24 Commenti

  1. Che sbadatella che sono! Ero convinta di averti risposto e invece non l’ho fatto. Non sai quanto apprezzo di essere nella tua lista anche se per la verità riesci a farmi sentire nella tua (lista) anche quando non ci sono elenchi da scrivere. Il tuo affetto mi riscalda e mi incoraggia sempre tanto, soprattutto quando mi sento giù. Vabbò mi sono appena fatta mettere k.o. da una bruciatura al dito mentre stavo cucinando e ho il broncio. Che sciocchina! 😉

    1. Tu sei sempre nella mia lista Tizzi! Sempre! E non è un trattamento di favore, dovuto all’amicizia. La verità è che amo il tuo blog, mi piace come scrivi, adoro cosa scrivi, trovo stupende le tue foto ed è bello seguire i tuoi pensieri. Per cui, non avrei mai potuto pensare di elencare quindici colleghi blogger…e non mettere te!
      Quando arriva la malinconia, ricordati di affrontare gli inghippi col sorriso…oppure mandami un messaggio, che ci penso io a farti tornare la fiducia 🙂
      Grazie per essere passata,
      Claudia B.

  2. Claudia, con immenso ritardo arrivo a ringraziarti di cuore della nomination… Con le scadenze di lavoro sempre pressanti, sono lenta! Ma ci tengo a dirti grazie, anche per ciò che hai scritto sul tema scrittura: ogni articolo, ogni storia dovrebbe nascere dal cuore, da qualcosa di profondamente personale. Altrimenti che senso avrebbe leggere mille travel blog diversi? E’ l’aspetto umano, secondo me, che conta. Un bacione!

    1. Ilenia non devi preoccuparti! Per me inserirti nella lista è stato un onore, perché ti leggo sempre con grande piacere. Adoro il modo in cui scrivi, mi piacciono tanto le tue foto, quindi non avrei assolutamente potuto fare a meno di nominarti. Stai tranquilla per i tempi, perché non c’è nessuna fretta! Seguire tutto, lavoro, blog, vita, non è semplice. L’importante è che tu sappia che apprezzo tanto il tuo blog 🙂
      Un abbraccio grande,
      Claudia B.

  3. Intanto complimenti per la grafica del blog ( la vedo solo adesso dal pc, di solito uso il mobile e come ben sai non si percepisce a pieno nello schermettino del telefono! )
    e poi…GRAZIE! Sai che ti stimo un sacco e ricevere la nomina da te per me è stata una bella emozione e soddisfazione! faccio la danza della vittoria, (eheheh) e ti lascio le mie!
    http://www.inviaggiocondorothy.com/2017/10/06/blogger-recognition-award-15-blog-che-regalano-emozioni/

    1. Serena ma grazie per i complimenti! Mi fa piacere che apprezzi la grafica, ogni tanto faccio un piccolo intervento, ma ora sono piuttosto soddisfatta anche io 😊. Diciamolo senza paura di smentita: da PC la percezione è davvero diversa, sullo smartphone non è la stessa cosa.
      Voglio dirti Sere, che nominarti è stato un onore per me. Sai che mi piace tanto il tuo blog, mi piace come lo scrivi, mi piace quello che scrivi…ed era il minimo averti nella mia lista! Passo a trovarti per leggere il tuo post!
      Ti abbraccio fortissimo,
      Claudia B.

  4. Più che intorno ad un falò che ne dici se ci ritroviamo in una piazza piena di banchi con cibi da tutto il mondo? Sono sicura che i marshmallows spunterebbero magicamente anche lì (ogni riferimento è puramente casuale).
    Posso rinnovare all’infinito il mio grazie??? Sai che sono ancora alle prime armi e una totale imbranata, ma anche se il mio blog non avesse mezzo lettore o le uniche visite dipendessero dai miei “colleghi blogger sfigati che leggono E commentano”, sono sempre più felice di averlo aperto, perchè mi ha dato occasione di conoscere persone stupende come te.
    E ora scusa madre dei blogger, ma a quanto pare ho un articolo mooolto simile a questo da iniziare a scrivere!!! :*

    1. La piazza (casuale) piena di banchi di cibo da tutto il mondo, mi garba 😉 Possiamo accendere il falò in disparte, dopo aver fatto scorta di cibo. Qualcuno che suona la chitarra lo troveremo…
      Non devi ringraziarmi Celeste, è stato un piacere nominarti, tu sei tra i blogger che seguo assiduamente con piacere, per cui il tuo posto nella mia lista era sicuro! Io non penso affatto che tu sia imbranata, al contrario, stai solo imparando piano piano, come faccio io stessa. A sportellate in faccia, inciampi…e momenti in cui le cose vanno meglio. Fa parte del percorso di crescita del blog 🙂 E anche leggerci tra di noi, lasciare un pensiero ed un parere, fa parte di questo cammino. Anzi, è la parte più bella, alla faccia di chi pensa il contrario.
      Ti auguro buon lavoro, visto che ti aspetta un bel lavoro di stesura: divertiti!
      Un abbraccio,
      Claudia B.

  5. Che bello ritrovarsi nella tua lista Cla! E che bello condividere questa esperienza di blogging che ci fa spesso infuriare ma ci regala anche grandi soddisfazioni, dai! Possiamo dirlo! Ahahaha
    E soprattutto è bello viverla così come viene, senza neanche concentrarsi troppi sui perché o i come. Sei bravissima e ogni giorno che passa lo diventi di più! Grande! 🙂

    1. Non avrei mai pensato di stendere una lista, senza inserire voi, che ammiro e leggo sempre con piacere! Sapete quanto amo il vostro blog, il vostro modo di scrivere, di proporre video: insomma, eravate destinati alla nomination 😉!
      E si, possiamo dirlo: ci arrabbiamo, ci sta chiamo, a volte vorremmo prendere e buttare tutto alle ortiche. Ma poi, fermandoci a riflettere, ci rendiamo conto che stiamo vivendo un’avventura troppo bella, ed è impossibile rinunciare al nostro angolo virtuale!
      Un abbraccio grande!
      Claudia B.

  6. Regina dei blogger, Madre dei SEO, colei-che-si-spupazza-JonSnow, mi presteresti uno dei tuoi draghi per favore? Vorrei partire per un paio di giorni. E non darmi Viserion però che c’ha il climatizzatore troppo alto 😛
    Ovviamente se non fossi stata già nominata l’avrei fatto io Clà 😉
    Ma quanto sei professionale quando imbracci quella reflex? *_*
    (Silvia comunque è micidiale hahaah!)

    1. Anche io Dani! Avrei nominato te con grande piacere, così come Silvia, le stesse Roberta, Rosaria, Beatrice ed Ilaria…oh signùr, avrei in elenco tanti di voi, che siete così bravi a farmi sognare, ridere e riflettere con le vostre parole! Alla faccia di chi dice che leggere altri blogger è una poracciata… allora ecco, posso affermare di essere la Regina dei Porcacci! Alla fine il titolo giusto per me, lo abbiamo trovato 😂😂😂!!!
      Dani cara, ho il mezzo giusto che fa per te, con questo arriverai veloce ovunque tu voglia andare (altro che Ryanair!): si chiama A.T. e tu non immagini che effetto farà vedere un’Orsa in sella ad una moto. Ti apriranno le porte di ogni luogo e di ogni lago.
      Detto ciò, più che professionale (troppo gentile), direi psicopatica. Da quando ho visto foto di me che fotografo, mi sono spaventata…
      Un bacione!
      Claudia B.

  7. Mi piace da matti scoprire come sono nati i blog che seguo! Voce del Verbo Partire è nato in una notte buia e tempestosa, quindi questo fa di te Claudia nata dalla tempesta, prima del tuo nome, regina degli Andali […] e DUNQUE signora di Tutti i Blogger 😉
    Buona domenica 😘

  8. Mi avevi già convinta al binomio chitarra-falò! 🙂
    Come prima cosa grazie, davvero, questa mattina ho iniziato la giornata con il sorriso grazie a te! Mi ritrovo in molte delle cose che hai scritto, soprattutto quando parli di sincerità! Non c’è nulla che odio di più nel mondo del blogging che leggere post in cui l’autore parla di luoghi che non ha visto, esperienze che non ha provato, sensazioni mai vissute, solo perché è stato pagato per farlo. Chi ci legge, fosse anche una sola persona, merita trasparenza, merita di sapere anche se un luogo non ci è piaciuto, vuole scoprire ciò che abbiamo visto con i nostri occhi, per tutto il resto ci sono le guide cartacee.
    Bella la storia della nascita del tuo blog, anch’io volevo poter raccontare senza freni, senza timore di annoiare chi mi stava davanti, e penso che la voglia di raccontarsi sia una delle motivazioni più belle!
    Ti abbraccio forte cara e grazie ancora

    1. E’un piacere averti i nominata Silvia, sai che leggo con piacere il tuo blog, per cui è un onore consigliarlo ad altri 🙂 Penso che dietro la nascita di molti blog, ci sia la voglia di potersi raccontare, senza limiti e senza sentirsi a disagio. Forse è per questo che un blog ha un potere maggiore, rispetto ad una testata giornalistica, oppure ad un sito del turismo: esprime completamente il vissuto di una persona, pur riuscendo a dare consigli validi. Ed è ciò che rende speciali i nostri diari digitali!
      Sulla trasparenza…quante cose capita di trovare online. Io ormai chiudo senza rimpianti anche i post scritti dai grandi nomi del blogging, quando scopro che raccontano qualcosa di non davvero vissuto, solo per collaborazione. Come cavolo si può scrivere di luoghi non visti? Nel senso…ma da dve si parte? Forse sono io ad essere limitata ma, se così fosse, sono lieta di questo limite.
      Ti abbraccio forte Silvia!
      Claudia B.

  9. Ahahaha! Sei fantastica 😂 Ho amato il tuo yessa e anche il “bellissimo davvero”. Mi sono venute in mente delle persone che ogni volta mi dicono: “sono bei posti eh”. Di qualunque luogo!

    Brava a parlare di rete e brava a dire che gli influencer influenzano solo se stessi. Adesso sì che ti odieranno 👊

    1. Ecco Roberta! Lo sapevo io che stavo sbagliando qualcosa! Anche questa volta mi sono lasciata prendere troppo la mano… bene, vorrà dire che mi inizio a guardare le spalle dall’attacco di ‘influenzer’!
      Mentre leggevo il tuo commento, mi sono ricordata che, “sono bei posti eh”, era anche la frase di risposta ai miei viaggi! Dopo tanto tempo lo avevo dimenticato… Abbiamo veramente tanto in comune noi blogger.
      Ti abbraccio forte,
      Claudia B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *