Eventi in moto nelle Marche: “1000curve”, il mito del mototurismo

EVENTI IN MOTO DA NON PERDERE NELLE MARCHE

Il rapporto di connessione che lega un motociclista e la propria due ruote, è qualcosa che va al di là della semplice voglia di dare gas. Si tratta di una passione che scorre nel sangue sin dalla nascita, di un patrimonio che spesso ci si tramanda in famiglia. Insomma, essere motociclista non significa solo indossare una tuta, un casco e guidare per il gusto di farlo. Motociclista lo si è prima di tutto nel sangue. Chi mi segue da un po’ sa quanto sia forte per me questa passione, nata letteralmente nella pancia della mamma. Ecco perché oggi voglio parlarvi di “1000curve”, quello che è destinato a diventare la punta di diamante degli eventi in moto in Italia.

Non sto parlando di una gara di velocità, né del classico motoraduno: “1000curve” è l’evento di mototurismo che porta la sana competizione sportiva e turistica sulle strade delle Marche. Tre giorni, dal 5 al 7 Giugno 2020, durante i quali chiunque abbia la passione per le due ruote, può mettersi in gioco. Tra gli eventi in moto del 2020, “1000curve” è l’esperienza da vivere in team, aperta a qualunque tipologia di moto. Dalla pianificazione dell’itinerario, alle tappe presso i diversi check-point per la raccolta dei cookies, qui conta solo il lavoro di squadra. Pilota e passeggero devono unire le forze per vincere, senza preoccuparsi del tempo: non è la velocità che porta sul podio, ma la capacità di organizzare il percorso e unirsi al territorio.

A QUALI EVENTI IN MOTO PARTECIPARE IN ITALIA

∞♦∞

Eventi in moto da non perdere in Italia.

“1000curve” è la manifestazione nata dal genio di Michele Piersantini e dal suo rapporto con Lola. Chi sia Lola è presto detto: una Vmax Yamaha del 1999, per cui Michele nutre da sempre un grande amore. E va bene che “l’amore è cieco”, come recita un noto detto ma, il peso di una simile relazione sulle curve marchigiane, può decisamente incidere sulle persone. Perché Lola non curva e non frena: Lola è una cavalla impazzita! Parola di Michele che, dolorante ma folle d’amore per la sua bella giapponesina, affronta le curve come fossero onde da cavalcare. Ed è stato durante un’indimenticabile tratta da Urbino a Mercato Saraceno, che Michele ha pensato di dare voce a quelle curve tanto difficili da affrontare. Specialmente quando, all’indomita moto, si associa il compagno a delinquere per eccellenza: Google Maps.

EVENTI IN MOTO PIù BELLI DELL'ANNO

“1000curve” prende vita in sella, per entrare a far parte degli eventi in moto più popolari d’Italia! Il concetto di motoraduno, qui, viene completamente rivoluzionato. Lasciando alla base esclusivamente la voglia di condividere la strada e le serate, con quelle chiacchiere amiche e rilassate che, solo chi ha la moto nel sangue, conosce bene. Per il resto del tempo, le tre giornate saranno una sana competizione fuori dai soliti tracciati, un percorso da seguire con una mappa in mano. Perché Google Maps non solo sarà abolito: ma potrebbe trasformarsi in colui che vi farà perdere la gara.

∞♦∞

Come funziona la “1000curve”.

La competizione prenderà il via da Pesaro e porterà i riders fino a Camerino. L’itinerario nelle Marche si snoderà su tre giornate, durante le quali ogni coppia di motociclisti stilerà il percorso (senza comunicarlo agli altri partecipanti!). Sul Road Book cartaceo, saranno segnalati i check-point che prevedono un passaggio obbligato. I singoli team possono aggiungere “punti curva” al proprio totale, inserendo dei “cookies” nel circuito. Cantine, birrerie artigianali, locali particolari, selezionati in quanto icone del territorio marchigiano, che bolleranno il Road Book aumentando il punteggio delle curve. Attenzione, però, a calcolare bene soste e distanze, perché i check-point e la tappa di arrivo hanno orari precisi di chiusura. Quindi è importante scegliere al meglio il percorso, per non venire eliminati: “1000curve” è un gioco di squadra!

Una sana competizione che unisce la voglia di vivere la strada, con il piacere di esplorare a fondo il territorio, senza affidarsi alla tecnologia. Un viaggio estemporaneo, quasi d’altri tempi, quando ogni esperienza on-the-road prevedeva una mappa cartacea e anche una discreta capacità di organizzazione. Caratteristiche che, a mio avviso, nel motociclismo sono ancora forti e reali. Senza tralasciare quello spirito conviviale e di cameratismo, che accompagna ovunque i veri motociclisti. Penso di poterlo dire con certezza, dopo diversi viaggi in moto in Italia e in Europa, oltre ad un motoraduno nelle Marche: quando si riunisce un gruppo di riders, si crea una connessione sorprendente.

∞♦∞

Eventi in moto 2020: “1000curve” il mito delle due ruote.

Il vero valore aggiunto di “1000curve”, è l’apertura a chiunque voglia mettersi in gioco sul territorio. Dimenticate l’immagine dell’evento completamente al maschile: basta con gli stereotipi! La moto è donna molto più di quanto si possa pensare, è una passione da condividere in coppia e anche con le amiche. Altro mito da sfatare è quello della sfida: non si sale in sella né per vincere, né per segnare un tempo. Lo si fa per condividere un’esperienza ed esplorare un territorio spesso poco conosciuto, come l’entroterra marchigiano. Con un occhio di riguardo per la tappa di Camerino, devastata dal terremoto del 2016 che, grazie a questa manifestazione motoristica, si rimette in gioco con un ruolo di primo piano. Perché, come mi è capitato spesso di dire, il turismo può fare tanto per le aree terremotate del centro Italia.

Altro caposaldo di questo circuito mototuristico, è la scelta di UISP come giudice di gara. A sottolineare il fatto che non siamo di fronte ad un agonismo all’ultimo respiro, ma alla valorizzazione del territorio e della sportività. Qui contano l’affiatamento del team, il saper fare rete con il resto dei partecipanti e il rispetto in ogni sua forma. Verso le persone in primis, ma anche verso i luoghi che ospitano la manifestazione. Lo sport non è solo confronto ma, soprattutto, cultura e condivisione.

L’hashtag ufficiale di “1000curve” è #NotForAll. Mi sembra di vedervi, ora, mentre vi chiedete se ciò che ho scritto finora sia una bufala:

Ma come Claudia, non hai appena finito di dire che tra gli eventi in moto d’Italia, questo è veramente per tutti?

Vi posso garantire che è proprio così. Ma, in ogni caso, gli equipaggi devono essere consapevoli dell’impegno che serve per seguire il circuito. Chi va in moto sa quanta fisicità serva per dare voce a questa passione. Pertanto non si tratta di un monito, ma semplicemente di un ironico memorandum!

∞♦∞

Programma “1000curve” 2020.

Dal 5 al 7 Giugno 2020, lo spettacolo di “1000curve” va in onda nelle Marche! Tre giorni per vivere il territorio e scoprire nuovi orizzonti, il tutto a bordo della propria moto (ma anche di un vecchio Ciao, se volete!). Di seguito le informazioni per partecipare all’edizione zero, dell’evento motociclistico destinato a diventare un mito, alla stregua della Maratona di New York!

Venerdì 5 Giugno.

  • Ore 12: consegna del pacco tecnico, espletazione delle pratiche di partecipazione, verifiche tecniche e sportive, consegna del Road Book.
  • Briefing.
  • Punzonatura delle moto verificate ed esposizione.
  • 20.30: cena.
  • 21.30: saluto al Rider Perduto.
  • Dalle 22: evening party.
EVENTI IN MOTO NELLE MARCHE: LA CARTINA DI 1000CURVE
LA MAPPA DI 1000CURVE: L’ITINERARIO. PH CREDIT 1000CURVE

Sabato 6 Giugno.

  • Alle 9: partenza della Tappa 1.
  • Ore 17: termine ultimo di arrivo al campo sportivo di Camerino.
  • Ore 20: pubblicazione della classifica parziale.
  • Fino alle 21.30: esposizione delle moto ancora in gara.
  • 20.30: cena.
  • Alle 22: evening party.
PH. CREDIT: 1000CURVE

Domenica 7 Giugno.

  • Ore 9: partenza della Tappa 2.
  • Alle 15: termine ultimo di arrivo della Tappa 2 a Pesaro.
  • Dalle 17: pubblicazione della classifica finale.
  • Ore 17.30: cerimonia di premiazione e festa.

Per il programma, il regolamento completo e le prenotazioni, consultate il sito ufficiale di “1000curve”: www.1000curve.com.

Claudia B. (Adv)