Racconti e diari di viaggio. Consigli ed informazioni turistiche in Italia e all'estero. Mototurismo. Visite ed itinerari.
 
Cosa vedere a Verucchio e nei dintorni

Cosa vedere a Verucchio e nei dintorni

COSA VEDERE A VERUCCHIO IN UN GIORNOCalamita lo sguardo già mentre si percorre Via Marecchiese, il piccolo borgo di Verucchio. I km scorrono rapidi e la Rocca Malatestiana suscita ammirazione, mostrandosi nella sua solenne veste di “Regina della Valmarecchia”. Perché il minuscolo centro nei dintorni di Rimini, che trasuda storia e arte e cultura, può essere considerato come la culla dei Malatesta, il grandioso casato che ha dominato la Romagna rendendola eterna. Conosco molto bene questa zona, dato che è la terra in cui vivo, quindi ho deciso di riscrivere completamente l’articolo su cosa vedere a Verucchio e negli immediati dintorni, con tanti approfondimenti. 

Spero sia di ispirazione per chi desidera fare una visita fuori dal comune, durante una vacanza in Romagna. E che stuzzichi la curiosità, al punto da spingervi ad esplorare il mio meraviglioso territorio.

Oltre ad una passeggiata alla scoperta del borgo, partendo dalla centrale Piazza Malatesta, ecco quali sono le cose da fare e vedere nel borgo di Verucchio, “bandiera arancione” del Touring Club Italiano e “borgo più bello d’Italia.

 

∞♦∞

Visita alla Rocca Malatestiana di Verucchio.

Lo scenografico baluardo è conosciuto anche con il nome di Rocca del Sasso, proprio perché domina l’intera Valmarecchia dall’alto di uno sperone di roccia. Anzi, ne sembra il naturale innalzamento! Imperdibile una visita guidata degli interni e dei cortili, che sono voce e memoria storica sin dal 962 d.C., anno in cui si parla per la prima volta della rocca. Fu il Signore di Rimini, Sigismondo Pandolfo, a fortificarla nel XV secolo ed è ancora possibile ammirare tratti delle mura da lui volute. Le tracce e la narrazione, a Verucchio sono un viaggio attraverso i secoli. La Rocca Malatestiana, residenza del famoso Mastin Vecchio -considerato il capostipite del casato dei Malatesta- viene aperta anche per occasioni ed eventi speciali, feste e cene medievali. Un sogno architettonico che sfuma nella magia, tra panorami ed epopee.

Informazioni.

  • La Rocca Malatestiana di Verucchio è in Via Rocca.
  • Orari di apertura: inverno, il sabato dalle 09:30 alle 13:00 dalle 14:30 alle 18:30, festivi dalle 10:00 alle 13:00 dalle 14:30 alle 18:00; estate, dalle 10:00 alle 12:30 dalle 14:30 alle 19:30.
  • Ingresso a pagamento.

COSA VEDERE A VERUCCHIO: LA ROCCA MALATESTIANA

∞♦∞

Museo Archeologico di Verucchio.

Verucchio ha origini antichissime, le prime tracce risalgono addirittura a 3000 anni fa! Al Museo Civico Archeologico si possono ripercorrere indietro nel tempo millenni di storia, a partire dalla civiltà villanoviana le cui voci ancora oggi emergono dal passato. Anche il contesto in cui sorge la sede espositiva è irresistibile. Si tratta dell’antico complesso di Sant’Agostino, posizionato a ridosso di un panorama colmo di sfumature e scorci, che avvolge totalmente la struttura.

Informazioni.

  • Il Museo Civico Archeologico di Verucchio è in Sant’Agostino 14.
  • Orari di apertura: dal giovedì alla domenica (inclusi festivi), dalle 10.00 alle 18.00; visite guidate alle 11:00 e alle 16:00 nei giorni di apertura, su prenotazione (0541 670222).
  • Biglietto intero 5,5 €.

COSA VEDERE A VERUCCHIO: IL MUSEO ARCHEOLOGICO

∞♦∞

Cosa vedere a Verucchio: la Rocca del Passarello.

Non tutti sanno che Verucchio aveva due rocche. Oltre alla già citata Rocca Malatestiana, esisteva anche quella del Passarello con l’omonima porta. Oggi non esiste più l’edificio vero e proprio, ma vi consiglio di non perdere una visita a questa parte defilata di Verucchio, che timidamente sovrasta l’area al di sopra della Chiesa Collegiata. La si raggiunge passeggiando tra vicoli e cortili quasi nascosti, che a mio modesto avviso sono una delle parti più belle da vedere a Verucchio. Continuando a salire, si arriva sino agli spalti dell’antico baluardo, oramai sostituto dal convento, da cui ammirare un bellissimo panorama sulla Rocca del Sasso e sulla Riviera di Rimini. Vi consiglio di raggiungere la terrazza percorrendo la pittoresca Via San Martino, per poi inoltrarvi tra il dedalo di stradine acciottolate del borgo alto. Per scendere, invece, l’ideale è la scalinata di Via Nicola Carletti che arriva di fronte a Via Rocca.

∞♦∞

Chiesa Collegiata a Verucchio.

Da Piazza Malatesta, si sale lungo Via San Martino e dopo 100 mt ci si ritrova sull’ampio sagrato su cui è affacciata la Chiesa Collegiata dei Santi Martino e Francesco, del 1863. Seppure non si tratta dell’edificio religioso di Verucchio che preferisco (tra poco vi svelerò qual è!), ammetto che torno sempre volentieri alla Collegiata.

La sua elegante opulenza è davvero singolare, in un piccolo borgo come Verucchio. Nonostante lo stile Barocco, poi, trasmette un’ariosità che mi conquista. Vi si trovano diverse pale d’altare, di cui sono un’estimatrice, tra cui quella di San Martino che dona il proprio mantello ad un povero. Da non perdere anche i crocifissi dipinti, di scuola riminese e veneziana.

COSA VEDERE A VERUCCHIO: LA COLLEGIATA

∞♦∞

Via Mura del Fossato.

D’accordo che quando si visitano i borghi l’ideale sarebbe muoversi senza un programma preciso, imbattendosi per puro caso in vicoletti che catapultano in mondi lontani. Ma non potete venire a Verucchio e perdere quella che a mio avviso è una delle stradine più belle del paese: Via Mura del Fossato. Una passeggiata suggestiva, a tratti di una bellezza struggente, con affacci strepitosi sulla valle del fiume Marecchia. Lasciatevi conquistare dai paesaggi che hanno ispirato Leonardo Da Vinci e Piero della Francesca…

∞♦∞

Passeggiare a Verucchio in Borgo Sant’Antonio fino alla Pieve.

Borgo Sant’Antonio fa parte di Verucchio, pur vivendo di luce propria in un’atmosfera quasi senza tempo. Il percorso più bello per raggiungere a piedi Borgo Sant’Antonio dal centro storico di Verucchio, passa da Via Sant’Agostino con la sua antica porta. Davanti all’ingresso del Museo Archeologico, inizia una gradinata immersa tra gli alberi che porta sino alla vecchia borgata. Il cammino è intervallato da spettacolari panorami sulla Valmarecchia e sfiora caratteristiche casette in pietra. Scendendo interamente la scala, si arriva davanti alla piccola Chiesa di Sant’Antonio Abate. Da qui, girando a destra e proseguendo sulla strada asfaltata tra ulivi e vigneti, è possibile raggiungere la Pieve di Verucchio. L’edificio non è visitabile all’interno: dalla sua rigorosa struttura romanica, sono state ricavate perlopiù deliziose abitazioni.

∞♦∞

Cosa vedere assolutamente a Verucchio: il Convento di Santa Croce con il chiostro.

Il Convento Francescano di Santa Croce, è uno dei miei luoghi del cuore. Presto dedicherò un intero articolo al solenne edificio religioso nel frattempo, però, voglio consigliarvelo tra le cose da vedere assolutamente a Verucchio. Si tratta di un posto in cui tutti sono i benvenuti: pellegrini, viaggiatori o anche semplici curiosi. Impossibile non venir rapiti dalla sua storia e dall’incanto del chiostro in cui riposa il “Cipresso di San Francesco”. Non solo un albero, ma un un monumento naturale di 800 anni, nato dal bastone piantato dal Santo di Assisi durante il suo cammino da Rimini a San Leo verso La Verna.

I frati iniziarono a vivere qui dopo la morte di Francesco, costruendo alcune celle a ridosso dell’antichissima chiesa. Nei secoli l’edificio è stato ampliato, fino a diventare l’importante convento che è oggi. Oltre al chiostro, che sono certa amerete, vi consiglio di non perdere l’interno della chiesa, in particolare il grande affresco di scuola riminese, la cappellina a destra dell’altare, il Crocifisso trecentesco, il coro ligneo e la cantoria neoclassica.

Informazioni.

  • Il Convento di Santa Croce è in Via Convento 150, in frazione Villa Verucchio a soli 3km da Verucchio.

COSA VEDERE A VERUCCHIO: IL CONVENTO DI SANTA CROCE

∞♦∞

Dove vedere i panorami più belli da Verucchio.

Ci sono numerosi punti panoramici imperdibili a Verucchio, di seguito vi dico dove vedere i più belli.

  • La terrazza di Via Brizzi (Strada Provinciale 15bis), davanti al monumento ai caduti.
  • I bastioni del parcheggio di Via Rocca, proprio sotto la Rocca Malatestiana.
  • I cortili della Rocca Malatestiana.
  • Il terrazzo panoramico alla Rocca del Passarello, su Via Guglielmo Marconi.
  • Piazza Battaglini su Via Guglielmo Marconi, davanti alla Chiesa Collegiata.
  • Via Sant’Agostino, di fianco al Museo Archeologico.
  • La gradinata che da Via Sant’Agostino porta a Borgo Sant’Antonio ha fantastici affacci panoramici.
  • Da Via Mura del Fossato, si aprono scenografici panorami sull’Alta Valmarecchia.

∞♦∞

Cosa vedere nei dintorni di Verucchio.

Potrei stare ore ad elencarvi cosa vedere nei dintorni di Verucchio e giuro che scegliere solo tre opzioni è quasi doloroso. Ma ho deciso di suggerirvi borghi, eremi e passeggiate nelle immediate vicinanze, così da aiutarvi a costruire più facilmente un itinerario giornaliero.

Inizio dal Santuario della Madonna di Saiano che, oltre ad essere raggiungibile con uno dei trekking imperdibili nei dintorni di Rimini, è anche uno spettacolo per gli occhi. Un eremo storico che domina l’intera vallata, a meno di 7 km da Verucchio. Vi si può arrivare in auto, per poi salire lungo un breve sentiero naturalistico… a meno che non preferiate fare l’intera escursione a piedi!

Appena 10 km separano Verucchio dal borgo di Montebello con il Castello di Azzurrina, il fantasma di Guendalina Malatesta che da secoli infesta misteriosamente le sale del maniero.

A soli 12,5 km trovate il fiorito borgo di Santarcangelo di Romagna, una vera bomboniera. Oltre a visitare i vicoletti conservati con amorevole cura e ammirare la Rocca Malatestiana, qui si possono esplorare le antichissime grotte che hanno una storia mistica e un fortissimo legame con il territorio.

COSA VEDERE NEI DINTORNI DI VERUCCHIO

∞♦∞

Informazioni pratiche: parcheggiare gratis, dormire, mangiare.

Per parcheggiare gratis a Verucchio vi suggerisco i posti liberi sulla Strada Provinciale 15bis, sia all’accesso del borgo che sulla tratta che porta verso San Marino. Vi sono parcheggi gratuiti anche in Piazza Battaglini davanti alla Collegiata e in Via dei Martiri 38. 

Mangiare in Romagna è un’esperienza che difficilmente dimenticherete e, ovviamente, nella proposta culinaria Verucchio si difende molto bene. Ci sono numerosi ristoranti, trattorie, agriturismi e pizzerie, su tutto il territorio comunale. Per correttezza, vi suggerisco quelli che ho personalmente provato almeno una volta e nei quali mi sono trovata bene.

  • La Fratta, Via Bruno Brizzi 9, Verucchio. Cucina tradizionale e ottime pizze.
  • Casa Zanni, Via Casale 205, Villa Verucchio. Uno dei nomi storici della Valmarecchia. Qui si gusta eccellente cucina tipica.
  • La Locanda Abruzzese, Via Banfi 3, Villa Verucchio. Per chi ha voglia di una pizza super.
  • Ghettoquarantasei, Piazza Europa 46, Villa Verucchio. Hamburger d’autore e tante sfiziosità.
  • Agriturismo San Rocco, Via San Rocco 850, Villa Verucchio. La cucina romagnola verace, servita nei caldi ambienti di una volta.

Non ho avuto modo di provare personalmente le strutture ricettive, dato che vivo qui. Vi lascio, quindi, i link a Booking.com per scegliere se dormire a Verucchio oppure dormire a Villa Verucchio

∞♦∞

Filari di viti e orgogliosi ulivi, campi verdi che da una stagione all’altra si vestono di tratti caratteristici, sorvegliano affettuosamente il borgo di Verucchio. Secoli di vicende e nomi storici importanti, fanno chinare il capo al suo cospetto quasi con timore reverenziale. Così come quando lo si vede là, addossato allo sperono di roccia da cui controlla da sempre la Valmarecchia. Eppure, appena si entra in contatto cin Verucchio per la prima volta, la soggezione lascia il posto all’ammirazione. La forza della sua leggenda e la grinta della tradizione, permeano Verucchio dal passare del tempo, rendendolo una presenza cara, confortante e sicura, come quella di un nonno da cui farsi raccontare antiche vicende.

Claudia B.